Header widget area left
Header widget area right

L'ambiente operativo

Ambiente operativo a Task

L’ambiente operativo di X-Cross è organizzato a Task. Per Task si intende un insieme di oggetti (finestre, menu, toolbar, report, ecc.) che hanno uno scopo comune.
In pratica all’interno di X-Cross operano dei “sottoprogrammi”, ciascuno separato dagli altri, in cui i vari oggetti che lo compongono (es. finestre) possono condividere le variabili e le informazioni.
Questo rende X-Cross molto diverso (e più funzionale) rispetto ai programmi in cui l’unità operativa è la finestra, che si trova ad operare staccata dalle altre.

Task multipli

È possibile aprire più di una copia di ogni singolo task, per effettuare operazioni diverse. Ad esempio potremmo avere un task contabilità nel quale inseriamo operazioni contabili, ed un altro task dello stesso tipo aperto per consultazione o per modifica di record esistenti.

Desktop multipli

Se si utilizzano varie sezioni del programma, ciascuna con più di una finestra, l’ambiente di lavoro può diventare caotico.
X-Cross offre una brillante soluzione per questo problema.

Le finestre dei task inattivi possono essere nascoste, ed il task viene visualizzato solo nella barra in basso.
Con un click sulla toolbar corrispondente, il task viene riattivato, disattivando gli altri.

Profili di accesso

Ogni utente può essere collegato ad un profilo di accesso, che determina:

  • A quali sezioni del programma può accedere
  • Quali tabelle può visualizzare, inserire, modificare e cancellare
  • Quali record può visualizzare nella tabella (es. agente che deve vedere solo le sua fatture)

L’accesso alle varie sezioni del programma

Per iniziare a lavorare, l’utente deve avere accesso alle sezioni desiderate del programma.

Menu e toolbar

X-Cross si avvale appieno delle funzionalità dell’interfaccia grafica per l’accesso ai dati, ovvero i menu e le toolbar.
Data il grande numero di funzioni svolte, e di conseguenza delle sezioni del programma, questi menu e toolbar sono molto numerosi.
Sono stati quindi creati diversi sistemi per semplificare l’accesso alle sezioni di X-Cross.

Viste di menu e toolbar

L’ambente operativo di X-Cross è costituito da un elevato numero di menu e toolbar.
Installandoli tutti, l’ambiente di lavoro diventerebbe complicato; inoltre le voci di menu sono disponibili o almeno visibili per tutti gli utenti.
In X-Cross, i menu e le toolbar sono organizzate in gruppi detti “viste”, delle quali una viene installata di default; l’utente può selezionare poi quella desiderata da una toolbar principale.

Selezionando una vista, vengono installati i menu e le toolbar corrispondenti.

Personalizzazione delle viste

Le viste possono venire personalizzate per ogni singolo utente o profilo di accesso.

Personalizzazione delle viste

Le viste possono venire personalizzate per ogni singolo utente o profilo di accesso.

Mappa dei menu

I menu possono essere visualizzati in una struttura ad albero, che mostra tutti i menu installati.
Da questa mappa è possibile effettuare una ricerca di tutte le voci di menu che contengono una certa stringa.
Le voci di menu possono poi venire utilizzate per la creazione di viste personalizzate, come si vedrà più avanti.

I tipi di task di X-Cross

In tutto X-Cross si trovano solo tre tipi diversi di ambienti operativi; il modo di operare acquisito in una parte del programma può essere tranquillamente utilizzato in tutte le altre sezioni:

  • Lista di record senza ricerca
  • Liste di record con ricerca
  • Tabelle ad albero

Liste di records senza ricerca

Questo tipo di interfaccia è la più semplice, e viene utilizzato per quelle tabelle nelle quali, dato il limitato numero di record, questi vengono caricati tutti insieme.
Con un doppio click sulla lista si apre la finestra del singolo record, nel quale è possibile inserire e modificare i dati.

Selezione dei record della lista

E’ possibile comunque fare una selezione tra i record della lista, selezionando l’opzione Ricerca.

Selezione multipla

E’ possibile selezionare più record contemporaneamente per cancellazioni multiple.

Liste di record con ricerca

Dove il numero di record è troppo alto (anagrafiche, articoli, movimenti contabili, documenti, ecc.) non è possibile leggerli sempre tutti e bisogna quindi effettuare una selezione di ricerca.
In queste sezioni, quindi, sono stati create delle strutture di ricerca che permettono le ricerche più comunemente utilizzate.
Se questo non fosse sufficiente, è possibile ampliare i criteri di ricerca in diversi modi, come vedremo in seguito.

Help sui campi di ricerca

Su ogni campo che fa riferimento ad una tabella collegata, anche durante le ricerche stesse è possibile effettuare a sua volta ricerche per ottenere una lista di record che verranno utilizzati come criteri di ricerca, allo stesso modo di quanto avviene durante l’inserimento e la modifica di un record, e che sarà illustrato in seguito.


Se il campo di ricerca a sua volta fa riferimento ad una tabella con molti record, viene aperto il task corrispondente e le ricerche collegate.
Immaginiamo ad esempio di volere trovare, nel task delle fatture, tutte le fatture che contengono un articolo. Dato che gli articoli possono essere moltissimi, per la ricerca degli stessi si apre lo stesso task di consultazione articoli, con gli stessi criteri di ricerca.

Ricerche su record multipli

È possibile, nelle ricerche che utilizzano record collegati, utilizzare più di un record collegato nella ricerca.
Ad esempio, potremmo volere trovare le fatture che contengono un certo gruppo di articoli, e non uno solo.
Con questa funzione, è possibile selezionare diversi record (in questo caso articoli), rispetto ai quali sono presenti diverse opzioni

  • Record selezionati
  • Valore valido (qualunque record)
  • Valore non valido (vuoto)
  • Non nell’elenco dei record selezionati

Ricerche sulle descrizioni dei record collegati

Normalmente, i record collegati presentano il campo relativo alla descrizione non abilitato.


Con il comando → (Freccia destra) è possibile abilitare il campo descrizione di ogni record collegato, che può essere utilizzato per la ricerca dei record stessi.

Ricerche complesse sui campi testo

Normalmente, la ricerca sui campi testo trova tutti i record che, nel campo in oggetto, contengono la stringa inserita come ricerca.
Ad esempio, se cerchiamo articoli di magazzino, inserendo la stringa “pompa” otterremo tutti gli articoli che
contengono la stringa stessa, in qualunque posizione.
È peraltro possibile modificare, in tutti i campi di questo tipo, il comportamento del programma. Ad esempio, se stiamo ricercando articoli di magazzino:
• Inserendo “<” all’inizio, si trovano i record che iniziano con la stringa inserita. Ad esempio, con la stringa “<pompa”, otterremo gli articoli la cui descrizione inizia con “pompa”.
• Inserendo “>” alla fine, si trovano i record che terminano con la stringa inserita. Ad esempio, con la stringa “pompa>”, otterremo gli articoli la cui descrizione termina con “pompa”.
• Inserendo “&” come primo carattere, troviamo gli articoli che contengono tutte le stringhe seguenti, separate da virgole. Se ad esempio inseriamo “&pompa,motore”, troviamo gli articoli che contengono sia la stringa “pompa” che quella “motore”.
• Inserendo “|” come primo carattere, troviamo gli articoli che contengono almeno una delle stringhe seguenti, separate da virgole. Se ad esempio inseriamo “|pompa,motore”, troviamo sia gli articoli che contengono la stringa “pompa” che quelli che contengono la stringa “motore”.

Ricerca diretta

Nei task con ricerca, è comunque possibile effettuare la ricerca su tutti i campi della finestra del singolo record.
Utilizzando il comando “Ricerca diretta”, infatti, si apre la finestra del singolo record, nel quale è possibile inserire, per i vari campi, i criteri di ricerca.

Ricerche sequenziali

È possibile effettuare ricerche in sequenza; in questo caso, le ricerche successive vengono effettuare solo all’interno dei record che soddisfano i criteri di ricerca precedenti.

Ricerche personalizzate

È possibile per l’utente anche create i propri meccanismi di ricerca; questa modalità sarà descritta nella sezione della personalizzazione dell’ambiente operativo.

Tabelle ad albero

In molti casi, è consigliabile avere tabelle con con struttura gerarchica, a livelli e sottolivelli.
L’applicazione più ovvia di questo tipo di struttura è il piano dei conti della contabilità, ma in X-Cross diverse altre tabelle hanno una struttura di questo tipo.
Ad esempio abbiamo le categorie merceologiche, le strutture dei conti della contabilità analitica, le zone clienti, ecc.

In tutti questi casi, abbiamo dei record che contengono al loro interno dei record figli, con una struttura multilivello.
Nelle sezioni del programma di questo tipo, nella finestra principale si vede la struttura ad albero; con un doppio click sulla riga si apre la finestra del singolo record.

Struttura dei codici

I codici delle tabelle ad albero possono essere ripetitivi (il codice figlio contiene il codice padre) o unici.
Ogni livello può essere numerico o alfanumerico; le impostazioni di default possono venire modificate dall’utente.

Modifica della struttura dell’albero

Ogni record della struttura può essere spostato in altra posizione, per ricreare un albero con una diversa struttura. Questo permette di modificare agevolmente le strutture di questo tipo, se si presenta la necessità.

Aggregazioni ai fini statistici

Queste tabelle consentono l’elaborazione di statistiche in cui i dati di ogni singolo record (ad esempio le vendite per categorie merceologiche) sono aggregate nei livelli superiori.

Utilizzo del Word processor integrato

X-Cross integra un vero e proprio word processor, che permette di avere campi testo formattati, con immagini, ecc.

Questa possibilità è utilizzata in varie parti del programma, ad esempio nelle descrizioni degli articoli, nelle email, ecc.