Header widget area left
Header widget area right

L'innovazione al servizio dell'utente

La nostra filosofia è che le innovazioni tecnologiche debbono tradursi in vantaggi concreti per l’utente, altrimenti restano solo un esercizio accademico.
Le avanzatissime caratteristiche di X-Cross, descritte nelle sezioni dedicate alla tecnologia ed alle funzionalità, si traducono in una struttura di programma senza pari sul mercato ed in un ERP avanzatissimo per contenuti, funzionalità e prestazioni.

La semplicità dalla complessità

Tutto questo non si traduce (e non si deve tradurre) in un incremento della complessità percepita dall’Utente; al contrario, le avanzate soluzioni tecnologiche di base si traducono in una interfaccia più semplice e funzionale per l’Utente, ed in una maggiore efficienza operativa.

L’applicazione delle funzionalità al software gestionale

Le avanzate funzionalità tecnologiche di CrossModel, descritte nel documento delle funzionalità generali, trovano la loro massima applicazione nell’ambito del software gestionale.
Questa categoria di programmi, infatti, deve gestire una mole di dati molto complessa come struttura, e con elevati volumi dei dati stessi, sia come numero di record nel database, sia come quantità di record inseriti e modificati giornalmente.
In questo contesto, le funzionalità di CrossModel permettono ad X-Cross un livello di funzionalità senza paragoni sul mercato degli ERP.

La struttura dei dati

La struttura dei dati di X-Cross, utilizzando estensivamente le funzionalità del database, permette di avere maggiore velocità operativa e completezza funzionale, pur presentando un’interfaccia più semplice.
La gestione dati, inoltre, utilizza oggetti complessi multilivello, e questo ha permesso di contenere in una unica finestra molteplici tipologie di dati, che normalmente vengono consultate e modificate in diverse sezioni e con separate operazioni, incrementando allo stesso tempo la semplicità operativa, la velocità e la funzionalità del programma.

OXRM – Obiect eXtensible Relational Mapping)

La struttura dati di una fattura

E quello che vede l’utente

Ad esempio una fattura è costituita almeno da una testata e da una o più righe; in pratica le tabelle coinvolte sono molte di più; ad esempio possiamo avere le spese, i subtotali, le provvigioni, i lotti, ecc. Lo stesso vale per molte altre sezioni di un ERP.
Il modello OXRM riunisce queste tabelle in un unico oggetto complesso multilivello.
Sia in rete locale che in ambiente Web, questo unico “oggetto” viene letto e scritto in una unica operazione, trasmettendo dati in formato altamente ottimizzato con compressione in real time, e non tramite letture multiple delle singole tabelle.
Nell’esempio della fattura, quando l’utente conferma l’inserimento o la modifica, l’intero oggetto fattura viene trasmesso con compressione dati in real time al server, il quale lo scompone nelle singole transazioni (inserimenti e modifiche) da apportare alle tabelle del database.
Questo tipo di struttura dati incrementa in modo drastico le funzionalità e la velocità operativa del programma, e permette di lavorare su Internet con una efficienza senza paragoni.
In pratica, l’utente può lavorare su Internet come al proprio posto di lavoro, con una differenza di prestazioni assolutamente inavvertibile.

Codici modificabili

I collegamenti tra le tabelle (ad esempio tra articoli di magazzino e le righe documento, o tra condizione di pagamento e testata documento) non sono fatti tramite il codice della tabella che viene collegata, ma utilizzando l’ID (campo numerico non modificabile) della tabella stessa.
Non essendo utilizzati nei collegamenti, tutti i codici di tutte le tabelle di X-Cross (dove sono presenti) sono modificabili.
Questo ovviamente è soggetto ad un specifica autorizzazione presente nei permessi dell’operatore.

Calcoli in tempo reale

In molti programmi, i calcoli necessari (aggiornamento saldi, giacenze, ecc.) vengono effettuati sul computer in cui gira il programma.
Ad esempio, per ricalcolare le giacenze di magazzino, si debbono effettuare le seguenti operazioni:

  • Gli articoli di magazzino vengono letti in una lista
  • Per gli articoli della lista, vengono letti i movimenti del periodo di ogni artiolo, uno alla volta
  • Vengono effettuati i calcoli delle giacenze (giacenza precedente + carico – scarico)
  • Il risultato viene inviato al server per l’aggiornamento del database

In X-Cross, invece, i calcoli del programma (es. giacenze di magazzino, saldi, provvigioni agenti, ecc.) sono effettuati direttamente nel database, utilizzando i meccanismi di programmazione qui presenti (trigger, stored procedure).

Di conseguenza, tutti questi calcoli vengono effettuati in tempo reale.
Ad esempio, inserendo un documento, le provvigioni relative alle righe del documento vengono calcolate in tempo reale inserendo la riga stessa.
Le varie operazioni del programma beneficiano delle stessa estrema rapidità di calcolo.
Ad esempio, la generazione di fatture dai DDT richiede circa 1/20 di secondo per documento, ed abbiamo più o meno le stessa rapidità nelle registrazione delle fatture in contabilità.

Ricalcoli estremamente veloci

In conseguenza dei calcoli eseguiti in tempo reale, i ricalcoli sono raramente necessari, ma qualora vengano eseguiti, sono estremamente veloci. Ad esempio un ricalcolo totale dei saldi di bilancio, con 10 milioni di righe di contabilità, richiede circa 3 secondi per essere effettuato.

Consultazione e modifica dei dati

In molti programmi, entrando in una sezione, l’operatore si trova immediatamente in modalità di inserimento dati, un po’ come entrando in un documento Word o Excel.
In X-Cross, le modalità di consultazione e di inserimento – modifica sono nettamente separate.

Entrando in una sezione, l’utente può semplicemente consultare i record, inserirne uno nuovo o modificare quello esistente. Ogni operazione di inserimento – modifica viene terminata con un Ok (conferma operazione) o con un Annulla (annulla l’operazione).
Questo permette, rispetto alla modalità “sempre in inserimento dati”, diversi importanti vantaggi.

Maggiore linearità e semplicità operativa

L’utente sa sempre esattamente cosa sta facendo, ovvero se è in consultazione, in inserimento o in modifica

Si evita il rischio di modifiche accidentali

Nel caso di inserimento dati sempre attivo, l’utente può inserire inavvertitamente dei dati.
A questo punto, se viene selezionato un altro record o si esce dalla sezione, il programma chiede (come in un documento Word) “Sono state effettuate delle modifiche. Vuoi salvarle?”.

Blocco dei record

La cosa più importante di tutte, infine, è il blocco del record in modifica.
Per effettuare questo blocco, infatti, il programma deve sapere che vogliamo modificare il record, cosa che è impossibile se entrando nella sezione siamo sempre siamo in inserimento dati.

Blocco del record per oggetti

Il blocco del record, in X-Cross, avviene per oggetti. Cosa significa questo?
In un ERP, si ha spesso a che fare con oggetti complessi. Ad esempio una fattura è costituita da testata, righe ed altre tabelle.

Se aggiungiamo una nuova riga ad una fattura, per il database stiamo aggiungendo un record alla tabella delle righe, mentre in realtà stiamo modificando la fattura, che deve essere vista come un tutto unico.
In X-Cross, seguendo questo esempio, l’inserimento di una nuova riga in una fattura avviene chiamando il comando di modifica fattura, che blocca tutto l’oggetto “fattura” e non solo le singole tabelle.

Lettura dei record a blocchi

Se si effettuano interrogazioni su tabelle con molti record (es. documenti, movimenti contabili, ecc.) possiamo avere in ritorno un elevatissimo numero di record trovati.
Questo è particolarmente grave lavorando in remoto su Internet, in quanto i record debbono essere trasferiti sulla rete.
Per ovviare a questo problema, è possibile definire un numero massimo di record da scaricare. Se questo numero viene superato, i records in eccesso possono venire scaricati con un apposito comando.

Record obsoleti

Molto spesso, in un ERP, sorge l’esigenza di inibire l’utilizzo di certi record, pur non potendoli cancellare dal database.
Si pensi ad esempio ad una percentuale IVA che viene modificata per legge, o ad una condizione di pagamento che non si vuole più utilizzare.
In X-Cross, è possibile, in tutte le tabelle, definire qualunque record come obsoleto.
Questo record sarà ancora presente nel database, ma non potrà più essere utilizzato nei documenti, nelle operazioni contabili o in altre transazioni.

Salvataggio delle versioni precedenti

In certe sezioni del programma (es. movimenti contabili, documenti commerciali, anagrafiche) c’è l’esigenza di tenere traccia delle modifiche effettuate.
In X-Cross è possibile abilitare il salvataggio delle versioni precedenti in qualunque sezione del programma.
Se questa funzione è abilitata, l’intero oggetto della sezione è abilitata. Se ad esempio la abilitiamo negli ordini Clienti, in caso di modifica l’intero “oggetto” ordine viene salvato, e non le singole tabelle che lo compongono.
In caso di oggetti complessi, infatti, la modifica dell’oggetto può in realtà comprendere inserimenti e modifiche in altre tabelle (es. righe ordine). In X-Cross, l’oggetto viene visto come un tutto unico, e come tale viene salvato.

Comparazione delle versioni

Per ogni versione precedente, è possibile avere una comparazione con la versione attuale o con un’altra versione salvata, con evidenziazione di tutte le modifiche.
Ad esempio, in un documento commerciale, è possibile evidenziare le righe modificate (ed i campi della riga modificati), le righe aggiunte, le righe cancellate, ecc.

La modalità di accesso al Web

In un moderno software gestionale, l’accesso alle informazioni tramite Internet rappresenta un requisito fondamentale.
In X-Cross, l’esclusiva tecnologia Total Client permette di lavorare ovunque come nel proprio ufficio.
Per raggiungere questo scopo, sono state elaborate diverse tecnologie, dal programma nel browser ai cosiddetti “Smart Client”, ma tutte risentono di più o meno importanti limitazioni rispetto al programma utilizzabile in rete locale.
Queste limitazioni comprendono di solito un’interfaccia semplificata e/o un ridotto numero di funzionalità, dato che, lavorando in remoto, l’utente deve essere in un certo modo “limitato”, per evitare una eccessiva lentezza di funzionamento.

La tecnologia Total Client di X-Cross

L’esclusiva tecnologia Total Client di X-Cross utilizza lo stesso programma sia per il funzionamento in locale, sia per lavorare sul Web, e permette veramente di utilizzare il programma su Internet senza nemmeno accorgersene.

L’ambiente operativo

In un moderno gestionale, la qualità dell’ambiente operativo è quasi importante quanto le funzionalità del programma, in quanto incide pesantemente sulla produttività di chi utilizza il programma quotidianamente.
In X-Cross, particolare cura è stata dedicata alla qualità dell’interfaccia, per consentire la massima funzionalità e velocità operativa.

Viste di menu e toolbar

Il grande numero di funzionalità di X-Cross renderebbe l’installazione completa dei relativi menu assai complessa e di difficile navigazione.
I menu e le toolbar di X-Cross sono quindi organizzate in viste, che racchiudono i comandi specifici di un ambiente operativo.

Abbiamo quindi la vista “Contabilità”, che presenta i menu dell’ambiente contabile, quella “Ciclo attivo”, con i menu relativi alle vendite, ecc.
Ogni utente può essere abilitato per tutte queste viste, o solo per una parte di esse.

Mappa dei menu

I menu di X-Cross sono strutturati a veri livelli; per averne una visione d’insieme, è possibile aprire una finestra di navigazione in cui viene visualizzata la struttura completa.
È anche possibile effettuare ricerche, selezionando la voci di menu che contengono una certa stringa.

Personalizzazione di Menu e toolbar

I menu e le toolbar, così come le viste, possono essere personalizzate, in modo da creare per ogni utente un posto di lavoro “su misura”.

I menu e le toolbar possono essere creati in un modo molto semplice, con il drag and drop delle voci di menu dalla mappa dei menu.

Utilizzo estensivo della tastiera

Il mouse è molto comodo, ma, per un utente esperto, l’utilizzo della tastiera è senz’altro più veloce.


In X-Cross, l’utilizzo del mouse non è praticamente mai obbligatorio.
Tutte le operazioni, anche di navigazione tra dati e finestre, possono essere eseguite anche attraverso la tastiera, lasciando all’utente la scelta di quale strumento utilizzare.

Navigazione con tastiera

La testiera può essere utilizzata anche per navigare nelle finestre, ad esempio muovendosi tra i vari tab, selezionando liste, per aggiungere record, ed in pratica per tutte le operazioni che si rendono necessarie

Ambiente multi-finestre

Sembrerebbe ovvio, in gestionali Windows o Macintosh, che l’ambiente operativo utilizzasse una interfaccia a finestre multiple, per consentire la massima efficienza operativa.
In molti casi, però, non è affatto così.
Molti software gestionali, infatti, derivano da obsoleti programmi senza interfaccia grafica, dai quali ereditano l’interfaccia utente, malamente adattata in ambiente grafico.


X-Cross utilizza in modo estensivo l’interfaccia grafica, permettendo l’apertura di finestre multiple con navigazione estesa.

Ma non rischia di crearsi confusione?

Ovviamente, questo tipo di interfaccia potrebbe creare confusione per l’utente.
Se si lavora in diverse sezioni del programma, ciascuna con diverse finestre aperte, il rischio è quello di avere una grande confusione sul desktop.
Per questo motivo, è stata introdotta la gestione a Task Multipli.

Task multipli

Per evitare il problema del sovraffollamento di finestra, con relativa confusione, X-Cross offre una esclusiva modalità di interfaccia a Task Multipli.

Un task è un insieme di finestre con una singola finalità operativa, ad esempio le operazioni contabili o le fatture.
Le finestre dei task inattivi possono essere nascoste, ed il task viene visualizzato solo nella barra in basso.
Con un click sulla toolbar corrispondente, il task viene riattivato, disattivando gli altri.

Trasparenza finestra inattive

Le finestre non in primo piano (inattive) possono essere mostrate con un grado di trasparenza definibile nelle impostazioni del posto di lavoro.

Finestre ridimensionabili

Le finestre possono essere personalizzate come posizione e dimensione, e verranno sempre riaperte in questo modo.

Aree di finestre ridimensionabili

Oltre alle finestre, anche specifiche aree all’interno della finestra possono essere ridimensionate, e la nuova dimensione salvata.

Record collegati

In un software gestionale, in varie tabelle esistono dei record collegati. Ad esempio, una fattura è collegata al cliente, alla condizione di pagamento, ecc.

Consultazione dei record collegati

In tutte le finestre del programma, e per tutti i campi collegati ad altre tabelle, è possibile navigare alle tabelle dei record collegati, visualizzandone il record. Per esempio, da una fattura è possibile risalire al cliente, dal cliente alla categoria commerciale, e così via.

Inserimento in record collegati

Allo stesso modo, è possibile inserire record in qualunque tabella collegata, senza interrompere l’operazione principale. Ad esempio, inserendo un ordine, è possibile inserire il cliente, la condizione di pagamento, e qualunque altra tabella di cui si abbia necessità.

Valori di default di input

Ad esempio, inserendo un nuovo cliente è probabile che lo stato sia IT, e che la provincia sia quella di residenza.

Questi valori possono facilmente essere inseriti come default, semplicemente con un drag and drop del campo nella lista dei valori di default.

Percorso di input personalizzabile

Passando da un campo ad un altro con il tab, è possibile personalizzare il percorso di input dei dati, in modo che il cursore si posizioni automaticamente in sequenza sui campi che interessano.
Anche questo percorso di input può essere definito in modo semplice, con il drag and drop dei campi che ci interessano.
Il percorso può anche dipendere dal contenuto di alcuni campi, ed essere diverso in funzione dei dati presenti.

Ricerca dei record

La ricerca dei record nel database riveste notevole importanza per la funzionalità operativa del programma. In presenza di una notevole mole di dati, riusciere a ritrovare i dati che interessano può non essere per nulla semplice.
X-Cross presenta funzionalità di ricerca particolarmente sofisticate e flessibili.

Ricerche standard

In ogni ambiente operativo, sono presenti le ricerche standard, che normalmente comprendono i criteri di ricerca più utilizzati. Se queste non sono sufficienti, sono presenti altre funzionalità.

Ricerche cumulative

È possibile eseguire ricerche all’interno di altre ricerche (AND logico) o che si sommano alle ricerche precedenti (OR logico).

Ricerca diretta

È possibile utilizzare tutti i campi presenti all’interno della finestra del record come chiavi di ricerca, con funzionalità di help se tabelle collegate, ricerca per intervallo, ricerche per record multipli, ricerche di valori nulli o non nulli, ecc.

Ricerche custom

L’utente, se lo desidera, può definirsi le proprie ricerche custom, semplicemente con il drag and drop dei campi.
Immaginiamo di volere creare una ricerca di movimenti contabili in base al tipo di ritenuta d’acconto.

Con il drag and drop del campo desiderato, viene automaticamente creata la ricerca.

Che poi può venire immediatamente utilizzata, senza nessuna operazione di programmazione. La finestra di input viene creata automaticamente.

Ricerca nella ricerca

Se si utilizzando per la ricerca dei campi di tabelle collegate, che a loro volta necessitano di una ricerca, si hanno automaticamente a disposizione gli strumenti di ricerca standard, come ad esempio la lista dei valori del campo.

Liste di visualizzazione

Modifica struttura liste

I record delle tabelle vengono visualizzati in liste, la cui struttura può essere personalizzata,spostando colonne, aggiungendo e togliendo colonne, o modificandone le dimensioni.

Export liste

Le liste a video possono tutte essere esportate. Per ognuna di esse è possibile definire delle strutture di export, anche più di una, che non necessariamente presentano tutte le colonne della lista a video.

Le liste possono poi essere esportate in formato XML, leggibile sia da Excel che da OpenOffice.

Report

Generatore di report da liste a video

A partire dalle liste a video, oltre che strutture di export, possono essere definite delle stampe (report), con un semplice editor grafico che permette di definirne il layout.

Script di programmazione

In un ERP, spesso nasce l’esigenza di inserire nuove funzionalità operative.
Senza modificare il sorgente di X-Cross, è possibile creare dei veri e propri script di programmazione per modificare il comportamento del programma.

Questi script possono effettuare calcoli, aprire e chiudere finestre, stampare report, ed in generale modificare in ogni modo possibile il comportamento del software.