Header widget area left
Header widget area right

Anagrafiche clienti, fornitori e contatti

Le tabelle delle anagrafiche clienti, fornitori e contatti costituiscono la base per qualunque software gestionale, sia per la parte contabile che per la parte più propriamente gestionale.

Anche in questa sezione del programma apparentemente semplice e banale, si vedrà come X-Cross riesca a gestire le necessarie informazioni in maniera più funzionale e flessibile, senza per questo complicare l’interfaccia utente, ed anzi semplificandola.

Anagrafica unica

Le anagrafiche clienti e fornitori hanno un record unico di anagraficacon i dati di base, condiviso nel caso un cliente sia anche fornitore.
I dati specifici cliente e fornitore sono inseriti in una tabella separata indipendente dall’anagrafica di base.

Tipi di record

In totale si hanno 3 tipi di record:

  • Contatti: comprende tutte le anagrafiche registrate, che possono avere solo i dati di anagrafica, o anche i dati cliente, fornitore o entrambi.
  • Clienti: hanno i dati di anagrafica ed i dati cliente-
  • Fornitori: hanno i dati di anagrafica ed i dati fornitore.

I dati del record (contatto, cliente o fornitore) sono contenuti tutti in una unica finestra, e vengono aggiornati in una unica transazione.


Struttura del record Clienti – Fornitori

Le anagrafiche Clienti – Fornitori costituiscono un primo esempio, anche se ne vedremo di più complessi, di strutture multilivello.

Nell’immagine sopra, vediamo le tabelle che costituiscono l’”oggetto Cliente”.

Tutte queste tabelle possono venire inserite e modificate in una unica finestra e con una unica transazione, assicurando la massima integrità dei dati, come già descritto nella sezione delle funzionalità generali.


Dati anagrafici

  • Dati anagrafici generali
  • Riferimenti (persone di contatto) multipli per ogni cliente o fornitore.
  • Indirizzi ed email di spedizione dei documenti (anche e mail) per ogni tipo documento ed anagrafica collegati ai riferimenti.
  • Gestione dati indirizzo strutturati per normativa fiscale
  • Collegamento ad archivio Partite IVA comunitarie via internet per controllo partita IVA di stati UE e reperimento dati anagrafici e di indirizzo.
  • Collegamento a Google Maps per dati indirizzo strutturati, latitudine, longitudine e mappa interattiva.

Dati storici

  • Le modifiche dei dati anagrafici possono essere memorizzate in una tabella separata.
  • I documenti ed i libri contabili, se ristampati dopo le modifiche, riporteranno i dati in corso alla data del documento e non gli ultimi dati.


Dati contabili

  • Sede legale ed amministrativa diverse
  • Conto economico collegato al fornitore proposto come default al momento della registrazione delle fatture.
  • Possibilità di partitari clienti e fornitori multipli per tenere separati anticipi e crediti-debiti, che nel caso di un conto partitario unico sarebbero compensati. In base alla tiologia di operazione della causale, il partitario viene selezionato automaticamente.
  • Intrastat: dati relativi al tipo di transazione proposti come default. Inserimento criteri di gestione delle spese per valore statistico.

Dati commerciali

  • Gestione agenti multipli su cliente, con diversi ruoli (es. primo agente, secondo agente, supervisore, capo area, ecc.).
  • Ogni agente – ruolo può avere una diversa tipologia di calcolo delle provvigioni.
  • Possiamo avere illimitati agenti su ogni documento o riga documento.

Sedi commerciali

È possibile avere, per un solo cliente, più sedi commerciali.

Per ogni sede, è possibile definire:

  • Condizioni commerciali (listini, sconti)
  • Condizione di pagamento
  • Vettore
  • Zona
  • Agenti
  • Destinazioni merci

Altri dati commerciali

  • Gestione agevolazioni IVA per articoli o categorie merceologiche
  • Banche multiple per cliente e fornitore.
  • Banca azienda
  • E’ possibile avere un cliente di fatturazione distinto dal cliente commerciale.
  • Gestione fido clienti per classi di credito, con possibilità di blocco emissione documenti ed evasione ordini.
  • Gestione destinazioni merci multiple, distinte in abituali ed occasionali. Per ogni destinazione è possibile inserire un distinto vettore abituale, comunque modificabile nei documenti.

Destinazioni merci

Per ogni cliente o fornitore, è possibile avere tre tipi di destinazioni merci:

  • Destinazioni abituali
  • Destinazioni occasionali (es. cantieri)
  • Destinazioni finali, per potere indicare una ulteriore destinazione merce oltre a quelle sopra.